Voglio premettere che Bellinzona si trova a 37 km da casa mia.

„Il problema è che la lista ha circa 350 nomi, ma ci sono molte persone che chiamano dicendo che non hanno dato il nome pur affermando di esserci stati“, spiega Giorgio Merlani ai microfoni della RSI, riferendosi alle operazioni di contact tracing dei clienti del Woodstock Music Club di Arbedo – „Poi guardando nel dettaglio la lista, molti nomi sono illeggibili, nella migliore delle ipotesi, spesso sono fittizi o addirittura parolacce, oltre a numeri di telefono illeggibili“.
„Ad ora abbiamo contattato 249 persone, che non vengono testate – prosegue il medico cantonale – Il senso è di mettere in protezione, ossia in quarantena. Il test non permette di uscirne, questo è importante da ribadire. Ci sono per esempio persone che hanno chiesto ai propri medici di fare il test per andare in vacanza: no. La quarantena è una quarantena e va osservata per dieci giorni dal contatto, e non c’è test che tenga per uscirne prima. Lunedì sono entrate 12’000 reclute, tutte testate e i positivi tutti asintomatici. Quindi le raccomandazioni sono: quarantena, e se ci sono sintomi si testa“.
In merito ai cinque casi di contagi segnalati giovedì, Merlani spiega che „non sono riconducibili al Woodstock, ma sono 2-3 reclute e qualcuno tornato dalla Serbia. Quello che è interessante rilevare è che gli ultimi casi sono praticamente tutti solo giovani“.
„Il problema degli asintomatici è colossale – conclude – ma non è il tema centrale. Il problema sono l’aumento delle occasioni di incontro, gli assembramenti nei locali pubblici notturni. E la soluzione non è l’uso delle mascherine, mi spiace dirlo, ma la riduzione del numero di persone, tracciare in modo serio, e se non funziona: chiudere“.

Fonte: RSI Radio Televisione della Svizzera italiana. (RSINews)

Autor: Sabryna from Switzerland

Sono io. Che volete?

4 Kommentare zu „“

  1. Noto una certa similitudine tra quello che succede in Italia è quello che succede in Svizzera: in Italia, a fine lockdown, avevano avvertito che in caso di assembramenti i locali sarebbero stati fatti chiudere ma poi, come al solito, gli assembramenti ci sono stati ma di locali chiusi non se n’è più sentito parlare. Come al solito: parole al vento, 😞.

    Gefällt 1 Person

    1. Ho molti documenti che sono stati censurati perché, quando vien fuori la verità (in ogni situazione che i „grandi“ creano), si crea il panico tra i politicanti di turno e i grandi della finanza che comandano pure i Governi stessi che rimangono sempre con le mani legate. Ecco perché censurano. Ora io conosco, di persona, un Vostro comico anche perché abita vicino la casa della Roby, a Genova. Poi perché viene spesso qua. E perché la RSI lo fa venire mente la RAI ha detto: „basta per sempre“ dopo tutte le denunce ricevute nel 1993 quando il comico ha denunciato una marea di Aziende con tanto di Telecom Italia – allora SIP? Intanto ha vinto ben 12 processi contro la Telecom. Ha vinto il fatto che ora i vostri numeri a sovra prezzo non sono più già impostati come liberi in maniera che anche un ragazzino di 13 anni poteva chiamare, divertirsi con delle finte prostitute, e fare arrivare delle fatture enormi ai genitori. Oggi, se fai le prove con questi numeri, li avete in blocco e, se li volete liberi, dovete voi chiederlo con un fax, carta C.I e delegare l’operatore a liberare i numeri a sovra prezzo. Quindi lo deve fare solo l’intestatario del numero ovviamente maggiorenne e se ne assume tutte le responsabilità. Ogni volta che veniva in televisione, faceva il comico ma anche politico ma le cose che diceva, un caso? Era sempre la verità e, di fatto, la RAI lo cacciava via per diversi anni. Poi tornava, ha detto una verità sconcia su l’allora Craxi. Pippo Baudo non si è sciacquato la bocca e l’ha cacciato via scusandosi con l’allora Craxi. Il ritorno di Grillo in RAI fù proprio nel suo ultimo spettacolo del 1993 e il fatto è questo così, chi ne parla ancora male oggi, ci pensi un po‘ sopra: quando era arrivato, mi ricordo perfettamente la sua prima battuta quando ha iniziato lo spettacolo „….etc etc …chissà Grillo, con tangentopoli e casini vari…cosa dirà…sui socialisti?!….NIENTE! NIENTE! IO NON NE PARLO PIU DI QUELLO LA ( Craxi)….etc etc“ si vede dove lavoro? Ecco che cosa aveva fatto intendere: lui aveva davvero detto la verità e infatti dov’era finito a vivere Craxi? Lo sapete meglio di me ma poi c’è stata la Parmalat e lui aveva avvertito tutti poche settimane prima e poi? Poi sapete bene quel che è accaduto. Insomma sarebbero persone da tenere conto e non da mettere da parte e mi dispiace quando sento o leggo „i grillini“, una parola senza senso e solo perché è il suo cognome. Dicessero gli attivisti del movimento capirei meglio. Con questo, non ho voluto dare consigli sui Vostri orientamenti politici perché non mi permetterei mai di farlo ma volevo solo parlare di un comico censurato continuamente perché, là dove c’è una censura, c’era sempre la verità prima. Io ho mille documenti, tutti censurati e potrei anche pubblicarli ma non vorrei aggiungere troppa fama ed essere censurata anche io oppure denunciata. Lascio perdere e non Vi dirò nemmeno quale è davvero la verità su questa Pandemia. Che ognuno possa, liberamente, scegliersi le proprie fonti e farsi una propria idea sbagliata o giusta che sia, ad ognuno la propria responsabilità e la lascio anche a coloro che non si informano affatto e poi li vedi nei parchi a chiacchierare come deficienti e a dire delle cose che non stanno né in cielo né in terra e perché? Ma perché leggono un giornalista e allora cosa si può aspettare? La verità? Quanti cretini ci sono? Ecco perché vengono i marziani. Sono curiosi, non hanno la televisione e vengono a divertirsi guardando noi che siamo la loro serie televisiva preferita 😛

      Gefällt 1 Person

      1. Pensa che solo un comico come lui poteva mettere in piedi un movimento e infilarlo dentro il Parlamento. E nessuno voleva crederci e poi, sul sussidio che danno in tutta Europa a parte la Grecia e Voi sino qualche tempo fà…anche noi lo abbiamo —„Ma Signor Grillo non ci sono i soldi, dove li prendete“ —„NON CI SONO I SOLDI? I SOLDI CI SONO E SE VOLETE VI FACCIO LA LISTA DA DOVE PRENDERLI“ — ho scritto in maiuscolo perché lui gridava la rabbia degli italiani ma, di fatto, i soldi c’erano o sono comunque spuntati dai fondi europei e il sussidio per la povera gente che, giuro – con la morte nel cuore e le lacrime che avevo nel vedere quelle scene – dormivano sotto la Stazione Centrale di Milano ed anche in quella di Genova e a Genova, la Roby mi ha fatto pure vedere come, alla stazione, verso le ore 09.00 P.M. passava la Caritas a dare da mangiare a questa povera gente. Ma se questa gente non viveva nella povertà. C’è una bella differenza tra due parola ovvero (perdonatemi se parlo di Voi ma non accade anche in altre nazioni), politici pieni di soldi ma, alla fine sono dei poveri se non dei poveracci e si rovinano sempre in qualche modo come Vip e calciatori e attori (droga, gioco d’azzardo, ville da far paura ma tre mogli da mantenere, dopo il divorzio, a son di 300 mila euro al mese se non oltre). Povero Emilio Fede, pieno di soldi, oggi è un poveraccio e straccione che lo sentite alla radio che piange e urla „MI HANNO ROVINATO LA VITA!!!“ e questi sono i poveri. Quelli che ho visto io vivono nella miseria più totale. Bene che sia arrivato un politico comico, sempre coerente e – a differenza delle false promesse pre-elettorali – di chiunque, lui ha detto „prima cosa – Reddito di Cittadinanza a tutti perché non si può morire nella miseria“ e cosa hanno fatto come prima cosa? Hanno istituito ciò che Grillo aveva promesso. Grillo è stato molto coerente: non voleva pregiudicati in Parlamento e infatti non ce ne sono nel suo movimento e i furbetti vengono mandati sempre via e Grillo non è mai stato il Leader e lo diceva: „io non sono capo politico, io non sono Leder di nessuno….ma la smettete di farmi sempre le solite stupide domande?“ e quanto mi divertivo; si riferiva a questo quando parlava in conferenza stampa o accerchiato dai giornalisti proprio dove vive il padre dellla Roby o in altre città. Lui è pregiudicato per un triste incidente che gli ha rovinato parte della sua coscienza ed io ho anche pensato che lui avesse fatto tutto questo (dice perché vedeva i suoi sei figli andarsene via a parte Ciro il più piccolo) ma penso che volesse espiare colpe che non ha, a mio parere, mai avuto in un incidente mortale accaduto non per colpa sua. Questa è la mia visione e, come vedete, lui fà molta fatica a parlarne e, infatti, non ne parla mai. So una cosa che ha detto in confidenza, lui ha subito un periodo di sofferenza acuta e di depressione ed era infatti scomparso dalla televisione sino a che Antonio Ricci non riuscì a spronarlo e farlo ritornare. Un bacione a questo ❤ amor di uomo che, solo quando andrà a miglior Vita, cominceranno a parlarne bene, come quasi un genio. Le persone oggi criticate ma che non hanno fatto mai del male a nessuno ma hanno costruito qualcosa di grande e tolta la miseria da un Paese diventano i migliori solo dopo morti. Questa è la stampa!

        Gefällt 1 Person

Kommentare sind geschlossen.